Agri-Europea srl

Azienda Farmagricola

Agri-Europea srl
Torna Indietro

CIRRUS CS

CIRRUS CS
Marca
Dupont
Condizione Fisica
microincapsulare
Necessario PATENTINO
FormatoPrezzo di ListinoIl tuo Prezzo
2 Lt€ 0,00Effettua l'accesso

Cirrus CS erbicida per il diserbo di pre-emergenza della soia.
Cirrus CS erbicida per il controllo delle infestanti della soia a base di clomazone, appartenente alla famiglia degli isossazolidoni.
Viene principalmente assorbito attraverso i germinelli (epicotile) e le radici delle plantule in emergenza.
Cirrus CS erbicida agisce principalmente per inibizione della sintesi della clorofilla ed arresto della sintesi dei carotenoidi.
I sintomi si manifestano con l’arresto della crescita delle infestanti della soia a cui segue il tipico sbiancamento delle foglie ed il successivo disseccamento.
Cirrus CS è dotato di ottimo profilo ambientale e tossicologico.
Non è classificato ed è senza frasi di rischio per la salute e per l’ambiente.
La sua significativa azione residuale permette un controllo duraturo delle emergenze, prevenendo la competizione delle infestanti con la coltura nelle prime ed importanti fasi di sviluppo.
Ha una elevata azione complementare e sinergizzante con altri principi attivi in miscela con i quali viene consigliata la distribuzione.
In miscela con i partners opportunamenti scelti, è in grado di completarne lo spettro di azione e di valorizzarne l’attività anche su infestanti particolarmente difficili.
La miscela con Mesozin 70WG conferisce al trattamento una particolare azione cross spectrum, prevenendo l’emergenza delle più importanti graminacee (giavone, sorghetta da seme, digitaria) e dicotiledoni anche difficili (bidens, abutilon, amaranto).

 

Indicato per le seguenti malattie

borsa del pastore sanguinella galinsoga Giavone comune pabbio senecio vulgaris Nappola o Spino d'asino(Xanthium italicum) galium aparine capsella bursa-pastoris echinochloa crus-galli digitaria sanguinalis giavone americano solanum nigrum erba morella portulaca oleracea erba porcellana poa annua fienarola Cencio molle stramonio setaria viridis panicum dicothomiflorum diplotaxis erucoides rucola selvatica galinsoga parviflora attaccamano mercurialis annua mercorella polygonum persicaria persicaria polygonum lapathifolium persicaria maggiore senecione stellaria media centocchio nappola italiana polygonum aviculare coreggiola malva spp. malva bidens spp. forbicina fallopia convolvolus convolvolo nero


Chi impiega il prodotto è responsabile degli eventuali danni derivanti da uso improprio del preparato. Da impiegarsi esclusivamente per gli usi e alle condizioni riportate sull’etichetta del prodotto.
  • Clomazone puro
    g 30.74( = 360 g/l)
  • Coformulanti q.b.
    a 100 g

Per tutti i tipi di applicazione del prodotto, in assenza di precipitazioni naturali, è necessario attuare una irrigazione (10 mm d’acqua) entro 3/5 giorni al fine di favorire la migliore attività erbicida del prodotto. Come regola generale utilizzare le dosi ridotte in terreni sciolti, sabbiosi e poveri di sostanza organica. In tali terreni dosare adeguatamente anche gli appropriati partner erbicidi. Trattare su terreno finemente preparato e con un buon grado di umidità.

Patata: Intervenire dopo la rincalzatura, su coltura completamente ricoperta, alla dose di 0,25-0,3 l/ha. Ridurre la dose a 0,2 l/ha in caso di suoli leggeri e privi di sostanza organica e sulle varietà precoci Agata e Seglinde.

Carota: Intervenire in pre-emergenza della coltura alla dose di 0,2-0,3 l/ha. Deve essere rispettata la profondità di semina di almeno 2 cm. Nelle applicazioni su coltura pacciamata con plastica o tessuto non tessuto ridurre la dose a 0,15–0,2 l/ha, riducendo contemporaneamente la dose di Pendimetalin a 500 g/ha su terreni leggeri e 750 g/ha, sempre di sostanza attiva, nei terreni più strutturati.

 Peperone: - Coltura trapiantata: applicare Cirrus CS subito dopo il trapianto alla dose di 0,4-0,6 l/ha. - Trattamento frazionato: intervenire subito dopo il trapianto alla dose di 0,3-0,4 l/ha. Ripetere il trattamento alla ricomparsa delle plantule delle infestanti (foglie cotiledonari) alla dose di 0,3–0,4 l/ha.

Fagiolino: Impiegare Cirrus CS in pre-emergenza della coltura alla dose di 0,2-0,3 l/ha. Non impiegare sulle cultivar Beaumont e R 2432 Giamaica e selezioni derivate in quanto in talune condizioni di impiego il prodotto può provocare effetti fitotossici transitori. In considerazione dell’elevato numero di varietà presenti nel mercato e del continuo rinnovo varietale si suggerisce di effettuare una prova di selettività su piccola parcella prima di effettuare l’applicazione su larga scala.

 Fagiolo, Pisello, Pisello proteico, Favino: Intervenire in pre-emergenza alla dose di 0,3 l/ha. Ridurre la dose a 0,2 l/ha in presenza di terreni leggeri o poveri di sostanza organica.

Zucchino - Coltura a semina diretta: intervenire subito dopo la semina della coltura su terreno privo di infestanti alla dose di 0,3-0,5 l/ha. - Coltura trapiantata: applicare il prodotto in pre-trapianto alla dose di 0,4-0,5 l/ha. Sia su colture seminate che in quelle trapiantate è possibile intervenire con la coltura in atto, a tutto campo o nell’interfila, alla dose di 0,3–0,4 l/ha. Complessivamente nel programma di intervento si può impiegare 2 volte nell’arco dell’anno non superando la dose massima di 0,65 l/ha (234 g s.a./ha)

Finocchio - Coltura a semina diretta: intervenire subito dopo la semina alla dose di 0,3 l/ha. - Coltura trapiantata: applicare l’erbicida in pre-trapianto, con infestanti non ancora nate, su terreno affinato, alla dose di 0,3–0,35 l/ha.

Soia: utilizzare il prodotto, in pre-emergenza della coltura alla dose di 0,3-0,4 l/ha. Etichetta autorizzata con decreto dirigenziale del 27 Febbraio 2017

 Mais: intervenire in pre-emergenza della coltura e delle infestanti alla dose di 0,25-0,3 l/ha. Si consiglia di miscelare Cirrus CS con prodotti che ne completino lo spettro di azione. Attenzione: non impiegare sui terreni sabbiosi e ciottolosi in quanto il prodotto può manifestare fenomeni fitotossici.

 Riso Semina in asciutta: 0,7 l/ha in pre-emergenza della coltura e delle infestanti; utilizzare il prodotto preferibilmente nelle semine precoci di fine marzo-aprile. Nelle semine tardive di maggio è indispensabile far seguire al trattamento erbicida una irrigazione di soccorso oppure immettere una minima quantità di acqua al fine di inumidire in modo uniforme i primi centimetri di terreno. Pre-semina: intervenire con Cirrus CS alla dose di 0,7-1 l/ha. Aggiungere un prodotto a base di Oxadiazon alla dose consigliata in etichetta per il contemporaneo controllo di Heterantera spp. - Applicazione su risaia non allagata: effettuare il trattamento su terreno perfettamente livellato. Dopo il trattamento immettere acqua in modo lento e graduale e mantenere l’acqua ferma per alcuni giorni. Seminare dopo 4-5 giorni. - Applicazione su risaia allagata: effettuare il trattamento e non muovere l’acqua per alcuni giorni. Seminare dopo 4-5 giorni il trattamento erbicida. Post-emergenza precoce della coltura: (entro 1-2 foglie vere del riso) alla dose di 0,5-0,7 l/ha. Effettuare il trattamento su risaia sgrondata in miscela con un partner giavonicida ad assorbimento fogliare onde utilizzare la sua attività residuale sui giavoni non ancora nati.

Tabacco: intervenire in post-trapianto della coltura (entro due/tre giorni) prima della nascita delle infestanti alla dose di 0,5 litri/ha sulla fila (circa 50 cm) e su terreno umido

Cirrus CS è un erbicida residuale utilizzato per applicazioni di pre e post-emergenza delle colture.Il suo principio attivo, Clomazone, appartiene alla famiglia degli ossazolidinoni ed esplica la sua attività inibendo la sintesi della clorofilla e dei carotenoidi delle piante. Cirrus CS è assorbito attraverso le radici e gli epicotili, traslocato per via sistemica nello xilema e diffuso alle foglie in senso acropeto. Nei trattamenti di post-emergenza è necessario intervenire entro i primi stadi di sviluppo delle infestanti (massimo due foglie vere). Vista la complessità della flora infestante del nostro paese e tenuto conto dei differenti periodi di coltivazione delle specie indicate in etichetta, è indispensabile inserire Cirrus CS in un programma integrato di diserbo che contempli l’utilizzo di altre molecole erbicide ad integrazione e supporto dell’attività del Clomazone

Richiedi informazioni su CIRRUS CS
Hai dei dubbi su questo articolo? Siamo a tua disposizione puoi contattarci attraverso il modulo di contatti rapido sottostante.

Accetto
Ai sensi dell’art. 13 d. lgs. 196/2003 inviando il presente modulo, dichiaro di aver letto e compreso l'informativa ed esprimo il consenso previsto dall'articolo 23 del Codice al trattamento dei miei dati personali per i rapporti commerciali intercorrenti.